Che cosa è un test di rifrazione?

Di solito viene fornito un test di rifrazione come parte di un esame di routine. Può anche essere chiamato test di visione. Questo test indica al tuo medico oculista esattamente quale prescrizione è necessario nei tuoi occhiali o lenti a contatto.

Normalmente un valore di 20/20 è considerato ottimale o una visione perfetta. Gli individui che hanno visione 20/20 sono in grado di leggere lettere che sono di 3/8 di un centimetro di altezza da 20 metri di distanza.

Se non hai 20/20 visione, hai quello che viene chiamato un errore di rifrazione. Un errore di rifrazione significa che la luce non è piegata correttamente quando passa attraverso la lente dell’occhio. Il test di rifrazione dirà al medico quale lente di prescrizione è necessario utilizzare per avere visione 20/20.

Chi dovrebbe essere testato?

Gli adulti sani sotto i 60 anni che non hanno problemi di visione dovrebbero avere un test di rifrazione ogni due anni. I bambini devono avere una prova di rifrazione ogni 1-2 anni, a partire da non più tardi di 3 anni.

Se indossate attualmente occhiali da vista o lenti a contatto, dovresti avere un test di rifrazione ogni uno o due anni. Questo permetterà al medico di capire quale prescrizione è necessaria come i tuoi occhi cambiano. Se stai avendo problemi con la tua visione tra gli esami, dovresti vedere il tuo medico oculista per un altro test di rifrazione.

Se si dispone di diabete si dovrebbe avere un esame di occhio ogni anno. Alcune condizioni di occhio sono associate al diabete, come la retinopatia diabetica e il glaucoma. Secondo l’American Diabetes Association, le persone con diabete hanno un rischio maggiore di cecità rispetto agli altri americani.

Se sei più di 60 anni o hai una storia familiare di glaucoma, devi anche avere un test di rifrazione ogni anno. Il glaucoma si verifica quando la pressione si accumula nell’occhio, danneggiando la retina e il nervo ottico. Gli esami regolari aiutano il vostro medico di occhio schermo per il glaucoma e altre condizioni dell’occhio associate all’invecchiamento e, se possibile, li trattano presto.

Cosa succede durante il test?

Il medico valuterà innanzitutto come la luce si piega mentre si muove attraverso la cornea e la lente degli occhi. Questo test aiuterà il tuo medico oculista a determinare se avete bisogno di lenti correttive e, in caso affermativo, quale tipo di prescrizione è necessario. Il medico può utilizzare un rifrattore informatizzato per questa parte del test, oppure semplicemente potrà illuminare gli occhi.

Nella prova computerizzata, si guarda attraverso una macchina che misura la quantità di luce riflessa dalla tua retina.

Il medico può anche eseguire questo test senza l’aiuto di una macchina. In questo caso, faranno brillare una luce in ognuno dei tuoi occhi e guarda la quantità di luce che sta rimbalzando dalla tua retina per misurare il tuo punteggio di rifrazione.

In seguito, il medico determina esattamente quale prescrizione è necessario. Per questa parte del test, sarai seduto di fronte ad un apparecchio chiamato Phoroptor. Questo assomiglia ad una grande maschera con fori per guardare i tuoi occhi. Su un muro di circa 20 metri davanti a te sarai un grafico di lettere. Per i bambini che non possono ancora identificare le lettere, il medico utilizzerà un grafico con piccole immagini di oggetti comuni.

Testare un occhio alla volta, il medico oculista ti chiederà di leggere la più piccola fila di lettere che puoi vedere. Il medico cambierà le lenti sul Phoroptor, chiedendo ogni volta quale obiettivo è più chiaro. Se non sei sicuro, chieda al medico di ripetere le scelte. Quando il medico oculista è finito di testare un occhio, ripeterà la procedura per l’altro occhio. Infine, avranno la combinazione che si avvicina al 20/20 visione.

Perché viene utilizzato questo test?

Questo test indica al suo medico se hai bisogno di obiettivi di prescrizione e di ciò che ti serve per vedere correttamente.

I risultati della prova vengono utilizzati per diagnosticare le seguenti condizioni:

  • Astigmatismo, un problema refrattivo con l’occhio relativo alla forma dell’obiettivo, che provoca visione sfocata
  • L’iperopia, noto anche come lungimiranza
  • Miopia, che è anche conosciuta come la prossimità
  • Presbiopia, una condizione legata all’invecchiamento che causa l’obiettivo dell’occhio ad avere problemi di messa a fuoco

I risultati del test possono aiutare a diagnosticare le seguenti condizioni:

  • Degenerazione maculare, una condizione relativa all’invecchiamento che colpisce la tua visione centrale acuta
  • Occlusione dei vasi retinici, una condizione che provoca la bloccaggio dei piccoli vasi sanguigni vicino alla retina
  • Retinite pigmentosa, una condizione genetica rara che danneggia la retina
  • Distacco retinico, quando la retina si stacca dal resto dell’occhio